Home pacchetti promozionali Rivista Italiana Igiene Dentale promo 25 crediti ECM 2021
In evidenza

Rivista Italiana Igiene Dentale promo 25 crediti ECM 2021

 210,00  118,00

COD: 703 - H18-H21 Categoria:

Descrizione

Il pacchetto promozionale comprende:

  • abbonamento annuale a Rivista italiana Igiene Dentale (5 numeri)
  • corso FAD 10 ECM “Alimentazione e salute orale” (attivo dal 01/03/2021 al 31/12/2022)
  • corso FAD 15 ECM “cariologia: dalla prevenzione, alla diagnosi, al trattamento” (attivo dal 01//01/2021 al 31/12/2121)

corso FAD 10 ECM

Alimentazione e salute orale

Disponibile dal: 1/3/2021 al 31/12/2021
Crediti ECM: 10
Ore formative: 10h
accreditato per: Odontoiatri; Igienisti dentali; Medici specialisti in: Chirurgia Maxillo-Facciale, Scienze dell’alimentazione e dietetica, Pediatria – Pediatri di Libera Scelta; Medici di Medicina Generale (MMG); Farmacisti; Infermieri; Infermieri Pediatrici; Dietisti

Obiettivo formativo ECM

n.10: Epidemiologia – prevenzione e promozione della salute – diagnostica – tossicologia con acquisizione di nozioni tecnico-professionali

Responsabile scientifico:

  • Prof. Luca Levrini
    Professore associato confermato presso l’Università degli Studi dell’Insubria.
    Svolge attività clinico assistenziale come dirigente medico universitario presso l’azienda Ospedaliera Macchi di Varese e come consulente presso l’Ospedale Sant’Anna di Como.
    È Consigliere dell’Ordine dei Medici e Odontoiatri della Provincia di Como, della Associazione Nazionale Dentisti Italiani ed è iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Lombardia.
    Autore di oltre 180 pubblicazioni scientifiche in campo ortodontico, in particolare relative alla prevenzione orale.
    Ordinario della Società Italiana di Ortodonzia. Certificate speaker per Align Technology.
    Presidente Fondazione Alessandro Volta di Como.

Docenti:

  • Dott.ssa Gaia Magliano
    Libera professionista
  • Dott.ssa Silvia Margherini
    Docente a contratto corso di Laurea in Igiene Dentale, Università degli Studi dell’Insubria, Varese
  • Dottor Rosario Simeone Morando
    Libero professionista
  • Dott.ssa Maria Giulia Nosotti
    Attività di Ricerca presso l’Università degli Studi dell’Insubria, Varese
    “Department of Human Sciences, Innovation and Territory, Dental Hygiene School”
  • Prof.ssa Scilla Sparabombe
    Direttore delle Attività Didattiche Professionalizzanti CdS in Igiene Dentale, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Dipartimento di Scienze Cliniche specialistiche e Odontostomatologiche, Università Politecnica delle Marche

Contenuto del corso

  • MODULO DIDATTICO 1
    RELAZIONE TRA CARBOIDRATI E SALUTE ORALE
    Autori:
    Rosaio Simone Morando, Maria Giulia Nosotti, Gaia Magliano, Silvia Margherini, Scilla Sparabombe
    Gruppo di studio “Nutrizione e salute orale” della Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, coordinatore Prof. Luca Levrini.
    MODULO DIDATTICO 2
    RELAZIONE TRA PROTEINE E SALUTE ORALE
    Autori:
    Maria Giulia Nosotti, Scialla Sparabombe, Gaia Magliano, Rosaio Simone Morando, Silvia Margherini
    Gruppo di studio “Nutrizione e salute orale” della Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, coordinatore Prof. Luca Levrini.
    MODULO DIDATTICO 3
    RELAZIONE TRA LATTE, LATTICINI E SALUTE ORALE
    Autori:
    Scilla Sparabombe, Silvia Margherini, Maria Giulia Nosotti, Gaia Magliano, Rosaio Simone Morando
    Gruppo di studio “Nutrizione e salute orale” della Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, coordinatore Prof. Luca Levrini.
    MODULO DIDATTICO 4
    RELAZIONE TRA FRUTTA, VERDURA E SALUTE ORALE
    Autori:
    Maria Giulia Nosotti, Gaia Magliano, Rosaio Simone Morando, Silvia Margherini, Scilla Sparabombe
    Gruppo di studio “Nutrizione e salute orale” dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, coordinatore Prof. Luca Levrini.
    MODULO DIDATTICO 5
    RELAZIONE TRA BEVANDE E SALUTE ORALE
    Autori:
    Gaia Magliano, Rosaio Simone Morando, Maria Giulia Nosotti, Scilla Sparabombe, Silvia Margherini
    Gruppo di studio “Nutrizione e salute orale” della Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, coordinatore Prof. Luca Levrini.
    MODULO DIDATTICO 6
    IMPLICAZIONI PRATICHE TRA DIETA E SALUTE ORALE
    Autore:
    Prof. Luca Levrini

Razionale

Secondo l’OMS, i cambiamenti dello stile di vita, che hanno portato in molti Paesi la diffusione di diete ricche di zuccheri e alti consumi di alcol e tabacco, sono all’origine di molte condizioni di patologie croniche. Questi comportamenti diventano particolarmente determinanti nell’ambito della salute orale, che si profila come uno dei maggiori problemi di salute pubblica per l’alta prevalenza in ogni parte del mondo e per il fatto che, come per molte altre patologie, il carico economico principale pesa soprattutto sulle fasce più povere della popolazione. Non sempre la forte correlazione tra alimentazione e salute del cavo orale è tenuta nella giusta considerazione; mangiare o bere in maniera errata può favorire patologie primarie del cavo orale quali carie, gengiviti, parodontiti, neoplasie che possono ripercuotersi a livello sistemico, così come patologie presenti in altri distretti corporei possono interessare direttamente o indirettamente la salute orale. Un esempio sono le innumerevoli problematiche fisiche e psicologiche legate a sovrappeso e obesità. Si aggiunga che i fattori di rischio delle malattie del cavo orale si sovrappongono in molti casi a quelli delle malattie cardiovascolari, al diabete, al cancro e alle malattie polmonari croniche, patologie queste in cui sono statisticamente determinanti e correlati gli stili di vita dei soggetti interessati.
L’alimentazione ha ruolo molto importante sulla salute del cavo orale e sulle condizioni della dentizione già nella prima infanzia. Esiste un rapporto biunivoco tra alimentazione e salute orale: una dieta bilanciata si correla con uno stato di salute orale; viceversa, un apporto nutrizionale scorretto correla con uno stato di malattia orale. L’alimentazione, pertanto, influenza la salute del cavo orale condizionando la formazione di carie, lo sviluppo dello smalto, l’insorgenza di erosioni dentali, lo stato di salute parodontale e della mucosa orale in generale.
L’e-book raccoglie i contributi scientifici della letteratura che mette in relazione salute orale e alimentazione.
I professionisti quali Odontoiatri, Igienisti Dentali, Pediatri, Medici di medicina generale ma anche specialisti di nutrizione sono i primi a essere consapevoli di quanto possa essere fatto in questo particolare ambito per orientare e guidare il paziente a una corretta dieta.
Ovviamente non esiste l’ambizione che la dieta possa essere considerata come terapia, piuttosto come valido ausilio alla stessa e, soprattutto, come elemento fondamentale in ambito preventivo per una bocca priva di carie e gengivite.

Mezzi tecnologici necessari

  • Microsoft Internet Explorer 8.0 o superiori, Firefox 4.0 o superiori, Safari 5 o superiori, Chrome tutte le versioni
  • Scheda audio
  • Scheda video e monitor con risoluzione minima 1024×768 pixel

Software necessari: Adobe Reader

Per scaricare il software clicca su ADOBE READER

Procedure di valutazione

Test di apprendimento alla fine di ogni modulo, a risposta multipla e a doppia randomizzazione.

Sono consentiti massimo 5 tentativi per il superamento di ogni singolo test, come previsto dalla normativa Agenas ECM vigente.

Certificato crediti ECM – per ottenere i crediti attribuiti è necessario:

  • completare il percorso formativo;
  • superare tutti i test di apprendimento validi se il 75% delle risposte risulta corretto;
  • compilare la scheda di valutazione del corso (qualità percepita);
  • scaricare l’attestato e il certificato.

corso FAD 15 ECM

Cariologia dalla prevenzione alla diagnosi al trattamento

Disponibile dal: 1/1/2021 al 31/12/2021
Crediti ECM: 15
Ore formative: 15h
accreditato per: Odontoiatri; Igienisti dentali

Obiettivo formativo ECM

n.18: Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere

Responsabile scientifico:

  • PROF. EUGENIO BRAMBILLA
    Professore di Odontoiatria Conservativa, Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche e Odontoiatriche Università degli Studi di Milano.

Docenti:

  • EUGENIO BRAMBILLA
    Professore di Odontoiatria Conservativa Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche e Odontoiatriche Università degli Studi di Milano Microbiologia Orale, materiali dentari, caratterizzazione delle superfici, remineralizzazione dei tessuti duri dentali.
  • ANDREI CRISTIAN IONESCU
    Odontoiatra, Ricercatore Laboratorio di Microbiologia Orale, Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche e Odontoiatriche, Università degli Studi di Milano.

Contenuto del corso

  • MODULO DIDATTICO 1
    EZIOLOGIA DELLA CARIE
    Autori:EUGENIO BRAMBILLA, ANDREI IONESCU
    Abstract: l’approccio alla prevenzione e al trattamento della carie è cambiato radicalmente negli ultimi anni grazie alle nuove acquisizioni effettuate dalla ricerca in tema di biofilm. La visione di questi ultimi è passata da elemento da eliminare attraverso le pratiche di igiene orale, a elemento che risponde a stimoli negativi generando modificazioni in senso patologico. Tali modificazioni sono principalmente indotte da un regime dietetico e uno stile di vita incompatibili con il mantenimento della salute, in grado quindi di danneggiare non solo la dentatura, ma l’intero organismo. Un approccio razionale alla carie parte quindi da un’analisi della dieta e mira a un riequilibrio globale della flora dell’intero organismo, intesa come elemento indispensabile per il mantenimento della salute. A monte di qualsiasi trattamento che mira alla riduzione dell’insorgenza di carie deve esserci un’analisi dei fattori che la provocano ed in particolare dei fattori che modificano l’ecosistema orale. Un approccio basato sui risultati di questa analisi garantisce una comprensione profonda dei meccanismi alla base della patologia nonché la possibilità di un’azione che consenta di ottenere risultati positivi a lungo termine attraverso la collaborazione con il Paziente.

  • MODULO DIDATTICO 2
    LA DIAGNOSI DI CARIE ATTRAVERSO LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO: VERSO UN’ODONTOIATRIA DI PRECISIONE
    Autori:EUGENIO BRAMBILLA, ANDREI IONESCU
    Abstract: la diagnosi di carie è considerata un momento critico nel trattamento di questa patologia. Normalmente, tuttavia questa fase fondamentale è relegata all’indagine sulla presenza di lesioni, sulla loro estensione e su qualsiasi informazione utile al successivo trattamento chirurgico. Poca o nessuna intenzione è dedicata all’analisi dei fattori che generano la patologia e alla misurazione degli indicatori che possono fornire un quadro di estensione e gravità della patologia a livello
    dell’intero individuo. In questa sezione sono illustrati i principali fattori di rischio e indici da essi derivati, collegandoli ad alcuni test diagnostici clinicamente disponibili.
    Vengono fornite indicazioni per completare un’indagine anamnestica corretta e per verificare nel tempo gli effetti del successivo trattamento restaurativo. Vengono altresì fornite informazioni sull’utilizzo a scopo didattico del risultato dei test diagnostici e sulla possibilità di integrare nel trattamento restaurativo un programma di prevenzione strutturato per migliorare la durata nel tempo dei suoi effetti, migliorare l’interazione con il Paziente e la sua fidelizzazione. Vengono inoltre illustrati i risultati sperimentali di un programma di prevenzione applicabile al normale Studio Odontoiatrico.
  • MODULO DIDATTICO 3
    LA REMINERALIZZAZIONE
    Autori: EUGENIO BRAMBILLA, ANDREI IONESCU
    Abstract: i tessuti duri che costituiscono gli elementi dentari sono in costante equilibrio con l’ambiente circostante per quanto riguarda lo scambio ionico. Alternano periodi in cui lo scambio ionico a un bilancio netto negativo (demineralizzazione) a periodi in cui il bilancio netto positivo (remineralizzazione) Periodi di demineralizzazione frequenti, quali quelli conseguenti all’azione degli acidi prodotti dal metabolismo batterico oppure assunti con la dieta, portano ad uno squilibrio dell’ecosistema e all’insorgenza della carie. La presenza di minime quantità di ioni quali fluoro, magnesio, carbonato, stronzio, può significativamente modificare tale equilibrio, anche e soprattutto in campo clinico. Progressi nel campo delle nanotecnologie hanno consentito l’utilizzo di nuovi composti in grado di realizzare una riparazione dei tessuti danneggiati durante le fasi iniziali di sviluppo della carie. Il modulo illustra le principali tecniche ed i materiali disponibili per ottenere il successo clinico nella remineralizzazione delle lesioni iniziali, con uno sguardo al futuro per quanto riguarda le tecnologie ancora in sviluppo. Da ultimo viene illustrato un approccio clinico in grado di favorire l’informazione e l’apprezzamento dei risultati ottenuti da parte del Paziente.

  • MODULO DIDATTICO 4
    RESTAURATIVA NON INVASIVA O MINIMAMENTE INVASIVA
    Autori: EUGENIO BRAMBILLA, ANDREI IONESCU
    Abstract: la minima invasività è un criterio ormai invalso in numerosi campi della chirurgia e trova piena applicazione in Odontoiatria Restaurativa. Questo criterio informa le procedure operative al massimo rispetto dei tessuti dentali sani che circondano le lesioni cariose di qualsiasi dimensione.
    Le procedure operative disponibili offrono un ampio spettro di possibilità terapeutiche che varia dalla sigillatura dei solchi occlusali alla realizzazione di restauri mininvasivi. Questo approccio, offrendo possibilità di grande valore per il Paziente e per l’Odontoiatra, necessita tuttavia di un cambio radicale di visione, sia dal punto di vista dell’informazione del Paziente stesso che operativo. L’operatore deve infatti confrontarsi con la necessità di migliorare drasticamente le proprie capacità visive attraverso l’uso di ingranditori e di aggiornare lo strumentario caratterizzando le proprie tecniche chirurgiche con una maggior precisione. Ciò sia nella realizzazione delle cavità che, soprattutto, nell’utilizzo dei materiali e delle tecniche di applicazione. In questo modulo vengono discusse le metodiche cliniche principali e i criteri di selezione delle stesse.

  • MODULO DIDATTICO 5
    LA CARIE SECONDARIA
    Autori: EUGENIO BRAMBILLA, ANDREI IONESCU
    Abstract: il motivo principale per il fallimento dei restauri è attualmente lo sviluppo di carie secondaria. Tale processo, caratterizzato dal ripresentarsi della patologia primitiva nei tessuti immediatamente adiacenti, è guidato dall’attività di un biofilm reso patogeno dalle immutate condizioni ambientali. Fra i fattori che determinano questa patologia vi sono il permanere di una condizione di rischio per la carie non precedentemente corretta, le caratteristiche intrinseche del materiale da restauro utilizzato ed il mancato rispetto della corretta tecnica di applicazione del materiale stesso. Ad esempio, tra le varie cause materiale-dipendenti è necessario considerare la mancanza di effetto tampone da parte della superficie di alcuni materiali, quali i compositi, ormai prevalentemente utilizzati. La diagnosi di carie secondaria è resa difficoltosa dalle caratteristiche estetiche e di radiopacità del materiale stesso. Dal punto di vista delle procedure operative, non sempre si rende necessaria la totale sostituzione del restauro, ma seguendo procedure il più possibile rispettose dei tessuti dentali residui, vengono discussi protocolli scientificamente validati per la riparazione dei restauri in resina composita.

Mezzi tecnologici necessari

  • Microsoft Internet Explorer 8.0 o superiori, Firefox 4.0 o superiori, Safari 5 o superiori, Chrome tutte le versioni
  • Scheda audio
  • Scheda video e monitor con risoluzione minima 1024×768 pixel

Software necessari: Adobe Reader

Per scaricare il software clicca su ADOBE READER

Procedure di valutazione

Test di apprendimento alla fine di ogni modulo, a risposta multipla e a doppia randomizzazione.

Sono consentiti massimo 5 tentativi per il superamento di ogni singolo test, come previsto dalla normativa Agenas ECM vigente.

Certificato crediti ECM – per ottenere i crediti attribuiti è necessario:

  • completare il percorso formativo;
  • superare tutti i test di apprendimento validi se il 75% delle risposte risulta corretto;
  • compilare la scheda di valutazione del corso (qualità percepita);
  • scaricare l’attestato e il certificato.
Rivista Italiana Igiene Dentale promo 25 crediti ECM 2021
ultima modifica: 2021-02-22T10:34:02+01:00
da ariesdue
Rivista Italiana Igiene Dentale promo 25 crediti ECM 2021 ultima modifica: 2021-02-22T10:34:02+01:00 da ariesdue